Cuche: “Non potevo chiedere di più”

L’elevetico Didier Cuche ha fallito di un’inezia il clamoroso bis sulla Saslong. "Sapevo che mi sarei giocato il successo con Walchhofer e Guay e così è stato. Un primo ed un secondo posto in due giorni: non potevo davvero chiedere di meglio".
“Walchhofer era obiettivamente difficile da battere –prosegue Cuche – perché nella parte alta del tracciato è andato davvero come un treno. Su questa pista è difficile essere veloci dall’inizio alla fine. Nella parte alta sono stato leggermente penalizzato, perché non sono propriamente uno scivolatore. Anche per questa ragione apprezzo ancora di più questi due risultati di assoluto rilievo contro avversari di ottimo livello”.