Seconda prova: parola agli atleti

Hans Olsson non sa spiegarsi questa sua prestazione. “Non capisco come abbia fatto ad andare così veloce””. Per scoprire cos’altro ha detto lo svedese, ma anche gli altri big al termine della prova cronometrata di oggi potete leggere e ascoltare qui sotto.

Hans Olsson: non posso credere di essere andato così forte 
Non me lo so spiegare. Ho avuto sensazioni positive, d’accordo, ma non capisco come abbia fatto ad essere così veloce”. Commenta così Hans Olsson la sua prestazione, che gli ha regalato il miglior tempo di giornata.
Olsson non ama le piste particolarmente ghiacciate. “Mi piace quando il percorso è più morbido. E oggi la pista è stata come una pista da ballo. Mi sono sentito bene e ho danzato sino alla fine”.
Lo svedese sabato non vuole recitare nel ruolo di favorito. “So che la gente ora si attende molto da me e che mi dà tra i papabili alla vittoria. Ma io non la penso così, anche se ora so che posso andare veramente forte e questo mi dà fiducia”.

Klaus Kröll: sarà difficile battere un Olsson in queste condizioni
Klaus Kröll , autore del secondo tempo, vede in Hans Olsson il grande favorito per la gara di sabato. “Sono abbastanza soddisfatto della mia prova, ma è chiaro: sarà difficile battere un Hans Olsson che va così forte. Ho guardato la sua discesa fin dall’inizio e devo dire che è stato veramente bravo”.
Sulla sua gara Kröll dice: “Ora come ora non saprei dire in quale tratto ho perso tempo. Nel tratto superiore non ho interpretato al meglio un dosso, ma devo riguardare il video della mia corsa per capire gli errori che ho commesso. Mi auguro che sabato sia un giorno positivo, con condizioni meteo buone. Sono sicuro che anche io posso lottare per la vittoria”.

Werner Heel:  mi auguro diventi più freddo con la neve più compatta
La mia sensazione non è negativa, anche se il ritardo è abbastanza pesante. Ma in Val Gardena spesso è così.  A volte si va più veloci in allenamento che in gara. Speriamo che questa volta accada il contrario. Il fatto di correre in casa, in Alto Adige, mi dà maggiori stimoli, ma anche il fatto di aver già vinto qui un Super G è una motivazione in più per fare bene. Non vedo l’ora che arrivi il giorno della gara. Domani, comunque, sarà una gara tosta. Le condizioni della pista sono completamente diverse rispetto a quando vinsi tre anni fa. Io mi auguro che la temperatura diventi più fredda: così facendo la neve diventerebbe più compatta”.

Tobias Stechert: nella parte bassa ho sciato bene
Oggi ho confermato il risultato positivo di ieri, quindi posso essere fiducioso in vista della gara. Le sensazioni sono state subito positive, fin dalla partenza, e pensavo di chiudere tra i migliori 15. Non mi aspettavo, però, di arrivare così in alto. Nel tratto superiore della pista, ho perso la linea e sono finito sulla neve morbida. Sotto, invece, ho sciato molto bene”.