Super G: prevista neve

Rainer Senoner

Rainer Senoner

Domani, venerdì, alle 12.15 inizia il Super G, ma già dalle undici, secondo le previsioni meteo, potrebbe nevicare. Un’emozionante gara è comunque garantita in ogni caso.E il comitato organizzatore è pronto ad affrontare ogni eventuale situazione. E’ già stata individuata una zona di partenza alternativa.

La neve è il tema principale di questa stagione di Coppa del Mondo: prima manca in ogni angolo del mondo, ora cade nel momento sbagliato. Nei giorni scorsi le Dolomiti gardenesi si sono finalmente trasformate in un paesaggio (invernale) delle meraviglie. Ma tutta questa neve fresca renderebbe la pista più lenta, non proprio il top per gli atleti, e anche insidiosa.

Günter Hujara, direttore di gara, e Rainer Senoner, direttore delle gare gardenesi di Coppa, sanno a cosa andranno incontro: molta neve, che comporta molto lavoro. “Le previsioni dicono che domani ci sarà una nevicata, che dovrebbe iniziare alle ore 11 e che nelle ore seguenti coprirebbe la Saslong con altri 15, 20 cm", spiega Senoner (audio intervista). La neve fresca su un tracciato di Coppa del Mondo non rende solo la pista più lenta, ma anche più insidiosa.  Gli addetti al servizio pista potrebbe essere chiamati agli straordinari per liberare il tracciato dalla neve fresca.

Le incerte condizioni meteorologiche hanno caratterizzato i preparativi di questo Super G. Il percorso è stato preparato a tempo di record dal tecnico canadese John McBride, visto che l’odierna prova cronometrata di discesa è andata per le lunghe e lui ha potuto iniziare il suo lavoro solo alle 15.30. McBride ha sistemato 49 porte con 45 cambi di direzione. Ma gli organizzatori e Hujara temono possa esserci una scarsa visibilità e così hanno previsto anche una sede di partenza alternativa. In caso di nebbia allo start, si potrebbe partire dal primo muro.