Super G: parola agli atleti

saslong.org/wisthaler.com

saslong.org/wisthaler.com

Hannes Reichelt (AUT), il terzo classificato, riassume nel migliore dei modi il dominio di Kjetil Jansrud (NOR) nelle discipline veloci. "Può fare quello che vuole. Non ci lascia neanche le briciole". Qui potete  leggere e ascoltare le parole degli atleti dopo questo Super G.

Jansrud: in qualche modo mi ritrovo sempre davanti
Kjetil Jansrud: “E’ una bella sensazione quando scendi e vedi la luce verde illuminata sul tabellone. Si vuole sempre vincere, lottare ogni giorno e attaccare sempre. Quest’anno, in qualche modo, mi ritrovo sempre davanti.  E’ una situazione quasi surreale. Anche oggi ho commesso qualche piccolo errore, che per fortuna non si è trasformato in un pasticcio. Ho trovato un buon equilibrio nel fare andare gli sci e attaccare, ma anche gli altri lo fanno, solo che evidentemente a me funziona meglio.  E’ una sensazione incredibile”.


Paris: due podi in due giorni, irripetibile
Dominik Paris: “Il weekend è andato benissimo: due podi in due giorni, cosa chiedere di più?. Penso sia irripetibile perché è difficile essere sempre al top e sciare senza commettere errori gravi. La colonna sonora di questa gara? Non saprei, ma sicuramente una canzone di festa. Temevo la neve, ma ha tenuto benissimo. Bisogna fare veramente i complimenti all’organizzazione, che fino a qualche giorno fa la pista era un prato verde e invece grazie a loro il weekend è stato fantastico. Non è stato facile trovare la linea giusta perché non era semplice capire dove e quando rischiare. Solitamente la Saslong un’autostrada con i salti. Quest’anno non è stato così. Le gare sulla Saslong sono state più difficili che mai. Questa sera non riuscirò a festeggiare con il mio fan-club "Heilosen", ma già domani mattina faremo a casa una bella colazione tipica tutti assieme allo "Schwemmalm”".



Reichelt: Jansrud fa quello che vuole

Hannes Reichelt: “Jansrud fa veramente quello che vuole. Ci lascia tutti nella polvere, non ci lascia neanche le briciole. Almeno è emozionante quello che succede dietro di lui. Abbiamo dimostrato di andare forte in Super G, più che in discesa, dove stiamo lottando per emergere. Complimenti a Kriechmeyer: ha disputato una grande gara. Merita rispetto anche per aver tenuto testa a Jansrud sul Ciaslat”.


Kriechmayr: “La mia gara è stata pura follia”
Vincent Kriechmayr: La mia gara è stata una follia. Sono riuscito ad affrontare bene ogni tratto della pista e sapevo di essere vicino ai migliori. Per questo sono molto felice che in questa stagione sia riuscito finalmente a ottenere un risultato di rilievo”.


Christof Innerhofer: fiducia cresce dopo ogni gara
Christof Innerhofer: “Oggi non è stato molto diverso rispetto a ieri, ma ho sempre più fiducia dopo ogni gara che faccio. Lentamente sto ritrovando l’equilibrio tra attacco e flessibilità durante la sciata. Piano piano sto tornando. Dalla prima gara della stagione ad oggi mi sento molto meglio. Certo, devo ancora lavorare per ritrovare quel poco che mi manca per tornare ai miei livelli. Ma questo risultato è una bella iniezione di fiducia e non fa altro che motivarmi nel continuare a lavorare duro”.