Saslong Classic Club / Gardena - Gröden
Str. Dursan, 37    |    I - 39047 St. Cristina
Tel. +39 0471 793450    |    Fax +39 0471 793496
e-mail: info@saslong.org
Part. IVA: IT01657370217

Programma

Programma2017

13.12.
12:15

Pista Saslong
Allenamento Discesa libera

14.12.
12:15

Pista Saslong
Allenamento Discesa libera

15.12.
11:00

Stadio Saslong
Warm-up by DJ Ondy, Takt Percussion Group, Fan-Tv su megaschermo, intrattenimento e giochi pre-gara, presentazione della nuova canzone Coppa del Mondo Val Gardena “Let’s Start the Race”

12:15 Super-G maschile
17:15

Stadio Saslong
Warm up, Presentazione atleti discesa libera e scelta dei pettorali di gara, Premiazione Super G

18:00

Stadio Saslong
Grande spettacolo per la celebrazione del 50. anniversario della Coppa del Mondo di Sci in Val Gardena Giochi di luce, danze e magie. Musica pop di Giorgio Moroder e canti della tradizione con le voci liriche locali e il coro di voci bianche. Immagini e filmati di 50 anni di storia sulla Saslong e la testimonianza degli straordinari protagonisti dello sci mondiale. La storia e il futuro si mescolano in uno spettacolo unico dalle forti emozioni. L’accesso allo spettacolo serale è gratuito.

16.12.
8:30

Partenza Ciampinoi
Svelgia dei suonatori della banda di Selva

10:30

Stadio Saslong
Warm-up by DJ Ondy, Takt Percussion Group, Fan-Tv su megaschermo, intrattenimento e giochi pre-gara, presentazione della nuova canzone Coppa del Mondo Val Gardena “Let’s Start the Race”

10:45

Centro Paese S. Cristina
Corteo dei fan clubs

12:15 Discesa libera maschile
14:00

Stadio Saslong

  • Premiazione discesa libera
  • Premiazione del miglior fan club
  • Premio Gianni Marzola per il concorrente più giovane
14:30

Stadio Saslong
Party in area d’arrivo e World Cup Adventures

Fatti & Infos

Fatti & Infos sulla pista da gara

Spinel

Gli atleti si tuffano nel tratto più ripido (56%) della Saslong. Il salto è difficile perché gli sciatori praticamente durante il volo devono operare un cambio di direzione verso destra, per poi atterrare nella compressione.

Moro

Il "Saut dl Moro", che fa atterrare gli atleti - 40 metri più giù - nella seconda compressione.

Sochers

Al Sochers gli sciatori rimangono in aria per 15-20 metri; quindi arriva una combinazione sinistra-destra-sinistra, pianeggiante ma nervosa, che conduce al primo muro: I concorrenti volano per circa 35 metri e atterrano sulla destra verso il secondo muro. Il salto sul secondo muro rappresenta al contempo l'ingresso nel tratto pianeggiante che porta alla prima Gobba di cammello. Qui gli atleti toccano la velocità più alta della Saslong: 130 km/h.

Gobbe di Cammello

Le Gobbe di cammello rappresentano il tratto più spettacolare della Saslong e devono il loro nome al compianto Sepp Sulzberger, per anni delegato tecnico austriaco della FIS. Prima del salto unico effettuato da Uli Spiess nel 1980, gli sciatori saltavano le Gobbe una alla volta. Mentre la prima Gobba oggi viene "compressa" o aggirata (linea Girardelli), da Spiess in poi gli atleti saltano direttamente dalla seconda alla terza. Il salto più lungo appartiene all'austriaco Michael Walchhofer (2003), con un salto di 88 metri ed una sospensione di 4-5 metri.

Ciaslat

Il Ciaslat e le sue micidiali ondulazioni hanno spesso fatto la differenza tra vittoria e sconfitta. Il tratto richiede una grandissima tecnica ed in totale 17 ondulazioni devono essere superati.

Nucia

All'uscita dal Ciaslat si arriva al salto di Nucia, che immette nel tratto finale.

Salto del Tunnel

La denominazione è da attribuire alla nuova galleria che si trova proprio sotto il salto, facente parte della nuova circonvallazione di Santa Cristina inaugurata nel 2009.

Dislivello

Discesa libera: 839 m
Super-G: 590 m

Sviluppo reale

Discesa libera: 3446 m
Super-G: 2365 m

Pendenza massima

Discesa libera: 56,9 %
Super-G: 55,9 %

Pendenza minima

Discesa libera: 11,2 %
Super-G: 11,4 %

Pendenza media

Discesa libera: 24,5 %
Super-G: 24,9 %

Risultati

Risultati

Downhill

Franz Max (AUT)
2016
  1. Franz Max (AUT)
  2. Svindal Aksel Lund (NOR)
  3. Nyman Steven (USA)

Super-G

Jansrud Kjetil (NOR)
2016
  1. Jansrud Kjetil (NOR)
  2. Aleksander Aamodt Kilde (NOR)
  3. Guay Erik (CAN)

Downhill

Svindal Aksel Lund (NOR)
2015
  1. Svindal Aksel Lund (NOR)
  2. Fayed Guillermo (FRA)
  3. Jansrud Kjetil (NOR)

Super-G

Svindal Aksel Lund (NOR)
2015
  1. Svindal Aksel Lund (NOR)
  2. Jansrud Kjetil (NOR)
  3. Aleksander Aamodt Kilde (NOR)

Downhill

Nyman Steven (USA)
2014
  1. Nyman Steven (USA)
  2. Jansrud Kjetil (NOR)
  3. Paris Dominik (ITA)

Super-G

Jansrud Kjetil (NOR)
2014
  1. Jansrud Kjetil (NOR)
  2. Paris Dominik (ITA)
  3. Reichelt Hannes (AUT)
Impressionen

Impressionenzum Rennen

Dicono

Diconodella Saslong

Lasse Kjius - NOR

Lasse Kjius - NOR

Vincitore discesa 1998 e Super G 2003

La Saslong è una pista che mi piace moltissimo e mi diverto davvero tanto a volarci sopra. Il tratto che preferisco è il Ciaslat perché ha un fondo talmente mosso che ti sollecita tantissimo. (2003)

Didier Cuche - SUI

Didier Cuche - SUI

Vincitore Super G 2007

Sono rimasto subito affascinato della Saslong per la sua velocità ed i suoi salti. Quando ho iniziato a fare la Coppa del Mondo, proprio sulla Saslong ho raccolto i miei primi punti. (2004)

Kristian Ghedina - ITA

Kristian Ghedina - ITA

Vincitore discesa 1996, 1998, 1999, 2001

La Saslong mi piace molto. È la pista che conosco meglio, perché è proprio lì che ho iniziato a fare le mie prime gare di Coppa del Mondo. La Saslong mi piace perché é completa: affianca parti tecniche a parti in cui bisogna lasciar andare bene gli sci.

Hermann Maier - AUT

Hermann Maier - AUT

2° posto Super G 2004

Le parti che mi piacciono piú sulla Saslong sono la partenza con la "S", il muro che c'è subito dopo e naturalmente le Gobbe, uno di quei punti che decidono se andrai sul podio oppure no. (2001)

Kietil Andre Aamodt - NOR

Kietil Andre Aamodt - NOR

3° posto discesa 2001

È sempre divertente correre sulla Saslong. È importante avere sci molto veloci per il tratto scorrevole nella parte alta. Si, ci sono dei punti sulla Saslong che sono davvero "forti" ed è per questo che mi piace lanciarmi sul suo tracciato. (2003)

Daron Rahlves - USA

Daron Rahlves - USA

4° posto Super G 2003

La partenza della Saslong è fantastica per la velocità che si raggiunge subito, poi scendi ed a un certo punto vedi le Gobbe che si avvicinano, le superi sorvolandole e ti butti sul Ciaslat … da trattenere il respiro. (2004)

Fritz Strobl - AUT

Fritz Strobl - AUT

3° posto discesa 2006

Bella libera davvero! La Saslong è una libera difficile, veloce, con salti come le Gobbe del Cammello o tratti mossi come Ciaslat. Direi che la pista ha tutti gli ingredienti giusti. (2005)

Conradin Cathomen - SUI

Conradin Cathomen - SUI

Vincitore discesa 1982

Nel 1982 ho vinto in Val Gardena e non solo per questo la Saslong è stata sempre la mia pista preferita. Se ripenso alle Gobbe del Cammello, al folle Ciaslat che ai tempi era solo un lastrone di ghiaccio la memoria mi riporta a ricordi incredibili. (2004)

Atle Skaardal - NOR

Atle Skaardal - NOR

Vincitore discesa 1990

La Saslong è una pista interessante perché ci sono alcuni passaggi impegnativi fin dall'inizio, con i salti e poi i muri di Sochers, difficili, ghiacciati e molto veloci. Poi le Gobbe, con quel volo necessario per superarle e infine le difficoltà tecniche del Ciaslat: secondo me è una pista veramente completa. (2004)