Stefania Demetz: “E’ stata una grande festa dello sport”

Stefania Demetz

Stefania Demetz

Stefania Demetz, amministratore delegato del comitato organizzatore, è felice sia per l’alto livello delle gare (nonostante la nevicata eccezionale nei giorni precedenti le due competizioni il vento nella zona di partenza) che per il gradimento espresso da tifosi, ospiti e semplici appassionati. Ma non rinuncia ad un commento sibillino: "Noi ci mettiamo passione e competenza, ma senza risorse tutto questo non sarebbe possibile".

Da anni, ormai, è un insostituibile punto di riferimento durante la settimana di Coppa del Mondo in val Gardena. “Sono soddisfatta: sono stati due giorni di gara straordinari, durante i quali siamo riusciti a gestire al meglio i problemi legati ad una nevicata eccezionale e quelli dovuti alle raffiche di vento nella zona di partenza. Non ne ha risentito la qualità delle gare ed il gradimento espresso dai fan ci riempie d’orgoglio. C’erano 600 supporter dei vari club organizzati e, fra i responsabili dei tifosi, c’è già chi mi ha anticipato che il prossimo anno si attrezzerà per arrivare in Gardena con un numero pressoché doppio di fan”.

La formula funziona anche perché “la qualità di un evento è legata a filo doppio alla passione che ci mettono i singoli comitati, con centinaia di collaboratori, ma anche alla disponibilità di risorse”. Le motivazioni e il know-how acquisito in tanti anni – questo è il senso inequivocabile del messaggio – da soli non bastano. “E’ difficile capire le ragioni di coloro che hanno cercato, nell’ultimo periodo, di mortificare gli organizzatori della Coppa del Mondo. Questa è una festa dello sport a tutto tondo, che bisogna fare il possibile per valorizzare anche negli anni avvenire”. E infine una promessa: “Cercheremo di affrontare il futuro con il giusto slancio”.