Saslong Classic Club / Gardena - Gröden
Str. Dursan, 37    |    I - 39047 St. Cristina
Tel. +39 0471 793450
e-mail: info@saslong.org
pec: saslong@pec.it
codice destinatario: MJ1OYNU
Part. IVA: IT01657370217

Cerca
News

La Val Gardena offre uno spettacolo sciistico unico nel suo genere

21.12.2022

Quest'anno, per la 55a volta, l'ultimo fine settimana prima di Natale si sono svolte le classiche di velocità sulla Saslong. Gli organizzatori del Saslong Classic Club hanno brillato ancora una volta per l'organizzazione impeccabile e, fedeli al motto "Passion & Performance", hanno attirato non solo i migliori discesisti del mondo, ma anche appassionati di sci da vicino e da lontano.

Dopo due edizioni difficili, quest'anno per la prima volta la settimana di gare in Val Gardena si è svolta senza restrizioni e con un vario programma di intrattenimento. Migliaia di appassionati e anche diverse personalità dello sport e della politica sono stati ospiti delle gare e degli eventi collaterali ai piedi del Sassolungo. La 55ª edizione della settimana di Coppa del Mondo in Val Gardena è stata speciale per due motivi: da un lato, per la prima volta nella storia sono state programmate tre gare, dall'altro, con il Super-G di venerdì, sarebbe stata disputata la 100ª gara di Coppa del Mondo sulla Saslong.

Tutto è iniziato in Val Gardena martedì, quando si è svolta la prima e unica prova di allenamento per le due gare di discesa. In condizioni eccellenti, non sono stati i grandi favoriti bensì gli outsider a lasciare il segno: mentre il francese Nils Allegre ha conquistato il primo posto con il pettorale di partenza numero 53, l'italiano Mattia Casse si è piazzato al secondo posto. Il norvegese Markus Nordgaard Fossland e l'italiano Federico Simoni hanno completato la top three ex aequo.

Kriechmayr vince la prima discesa libera

In vista del fitto programma di gare, la giornata di mercoledì è stata sfruttata per dare tregua alla pista e agli atleti. Il giorno seguente, sulla Saslong si è svolta la prima delle due discese libere come recupero della gara annullata a Beaver Creek. Su un percorso ridotto, l'austriaco Vincent Kriechmayr si è lasciato alle spalle tutta la concorrenza ed è salito per la seconda volta sul podio della Val Gardena. Subito dopo Kriechmayr, lo svizzero Marco Odermatt e l'austriaco Matthias Mayer hanno conquistato il secondo e il terzo posto.

Dal punto di vista italiano, Florian Schieder, atleta altoatesino, è stato particolarmente convincente nella prima discesa. L'atleta di Castelrotto ha dato prova di sé e si è piazzato al 13° posto, il miglior risultato della sua carriera in Coppa del Mondo.

Il Super-G è vittima del tempo

Il Super-G di venerdì, che avrebbe dovuto essere la 100a gara di Coppa del Mondo ai piedi del Sassolungo, è stato annullato a causa delle condizioni meteorologiche avverse. I banchi di nebbia e le temperature in aumento hanno messo a dura prova la Saslong, tanto da rendere impossibile lo svolgimento della gara. La cancellazione è stata l'unica decisone possibile per garantire la sicurezza degli atleti e lo svolgimento della gara di discesa in programma per il giorno seguente.

Kilde trionfa nella discesa libera

La discesa libera di sabato si è conclusa con la vittoria del favorito Aleksander Aamodt Kilde. Il norvegese ha preso nettamente le distanze dal resto del gruppo, soprattutto nel Ciaslat, e ha conquistato la sua quinta vittoria in Val Gardena. Dietro a Kilde, il quarantunenne Johan Clarey della squadra francese e l'italiano Mattia Casse hanno completato il podio.

Mentre Casse ha conquistato il suo primo podio in Coppa del Mondo con il terzo posto, la discesa si è trasformata in una debacle per il resto degli "azzurri": ad eccezione di Casse, tutti gli altri si sono rivelati al di sotto delle aspettative e non hanno ottenuto punti.

Kilde si aggiudica anche il premio speciale

Con il trionfo nella discesa libera, Aleksander Aamodt Kilde si è aggiudicato anche il premio speciale DOLOMITES Val Gardena Südtirol Ski Trophy. Il norvegese ha raccolto 145 punti durante la settimana di gare in Val Gardena ed è stato così l'atleta di maggior successo della 55ª Saslong Classic. In qualità di vincitore del DOLOMITES Val Gardena Südtirol Ski Trophy, Kilde riceverà un busto 3D in legno a grandezza naturale, un premio extra di 5.000 euro e una breve vacanza. Inoltre - novità di quest'anno - il vincitore potrà scalare il Sassolungo in compagnia di una guida alpina locale.

La strada verso i Campionati Mondiali di Sci del 2029

Nel corso delle classiche di velocità, il Comitato Organizzatore del Saslong Classic Club ha messo in piedi ancora una volta una settimana di gare organizzata nei minimi dettagli e che ha offerto uno spettacolo sportivo di altissimo livello. Le gare di Coppa del Mondo non sono state solo un biglietto da visita per tutto l'Alto Adige, ma anche un chiaro segnale in direzione dei Campionati Mondiali di Sci Alpino del 2029. Se i Mondiali si terranno o meno in Val Gardena si saprà nella primavera del 2024. Con la 55a Saslong Classic è stato dato ai responsabili dell'assegnazione dei Mondiali un grande aiuto decisionale.