Saslong Classic Club / Gardena - Gröden
Str. Dursan, 37    |    I - 39047 St. Cristina
Tel. +39 0471 793450
e-mail: info@saslong.org
pec: saslong@pec.it
codice destinatario: MJ1OYNU
Part. IVA: IT01657370217

Cerca
News

Presentato il logo della candidatura della Val Gardena per i Mondiali

07.04.2022

La baita Lisa's Alm, situata sulla leggendaria Saslong, giovedì pomeriggio ha ospitato un evento armonioso, durante il quale è stato presentato ai media e a numerosi ospiti d'onore il logo della candidatura gardenese a sede dei Campionati del mondo di Sci Alpino del 2029.

Il marchio, con cui la Val Gardena si candida a ospitare i Campionati del mondo di Sci Alpino tra poco meno di sette anni, si ispira molto al logo delle gare di Coppa del mondo e dell'associazione organizzatrice Saslong Classic Club. Non c'è da stupirsi, dato che per avere successo con la giuria della Federazione Internazionale Sci (FIS) il comitato organizzatore punta sui valori che contraddistinguono gli organizzatori gardenesi: passione, professionalità, affidabilità e innovazione.

"Il nuovo logo mostra come siamo. La 'G' rappresenta il Saslong Classic Club, che da più di 50 anni organizza gare di Coppa del mondo. Vogliamo organizzare la candidatura e gli eventuali Mondiali assieme a tutta la popolazione della valle. Il nostro slogan non cambia e rimane 'Passion & Performance‘, perché rappresenta al meglio l'anima e il know-how che stiamo mettendo in questa candidatura", ha affermato giovedì pomeriggio Rainer Senoner, presidente del Saslong Classic Club e forza motrice della candidatura per i Mondiali.

I Mondiali in casa come spinta motivazionale per i grandi atleti gardenesi
Poco prima, sulla leggendaria pista della discesa libera, la sciatrice di Coppa del mondo Nicol Delago e la nuova leva dello sci Max Perathoner hanno svelato il logo ideato da Michael Mussner. "Per me, ma anche per gli altri atleti altoatesini e del resto d'Italia, sarebbe un sogno poter partecipare a dei Campionati del mondo in Val Gardena. Sarebbe un'esperienza per tutti coloro che si entusiasmano per le montagne e gli sport invernali e allo stesso tempo sarebbe una bella occasione per le giovani atlete e i giovani atleti, perché sarebbe di grande stimolo", ha affermato Delago. Perathoner ha aggiunto "Sciare ai Mondiali davanti alla propria famiglia, ai propri conoscenti e parenti sarebbe qualcosa di davvero unico."

Non soltanto gli sciatori in attività si sono dichiarati a favore delle gare iridate in valle. Anche una campionessa del passato come Isolde Kostner è tra i sostenitori del Saslong Classic Club. "In quanto ex atleta il mio cuore batte sempre per lo sci, per i giovani atleti e per il mio luogo natio. Anche come operatrice turistica, non potrei immaginare un'occasione migliore dei Campionati del mondo per la Val Gardena. Secondo me, sarebbe una cosa unica da entrambi i punti di vista", ha affermato la vincitrice di tre medaglie olimpiche. en eine einzigartige Sache“, so die dreimalige Olympia-Medaillengewinnerin.

Non vanno lasciati passare altri 16 anni
Con il sostegno della Federazione Italiana Sport Invernali (FISI) il Saslong Classic Club ha al proprio fianco un'istituzione forte e riconosciuta, che darà slancio alla candidatura soprattutto a livello internazionale. Alla presentazione del logo ha partecipato anche un componente del Consiglio Federale della FISI, Stefano Longo. "L'anno scorso a Cortina abbiamo svolto i Campionati del mondo in condizioni difficili. Quello che non deve accadere in Italia è che trascorrano di nuovo 16 anni tra un Mondiale e l'altro. Dobbiamo accorciare il ciclo, ne è convinto anche il presidente della FISI Flavio Roda. La Val Gardena aspetta un'altra edizione dei Mondiali dal 1970. Da anni i tre Comuni traggono vantaggio dalle gare di Coppa del mondo organizzate dal Saslong Classic Club. La FISI non potrebbe immaginare un candidato migliore per i Mondiali del 2029. Il pieno sostegno della federazione è assicurato", ha sottolineato Longo.

Ne ha seguito le orme Christoph Senoner, sindaco di Santa Cristina Val Gardena. "Come Comune abbiamo subito accettato, quando abbiamo sentito parlare di questo sogno. Sosterremo fortemente la candidatura in ogni caso. Sono nato nel 1970, quando si sono svolti gli ultimi Mondiali in Val Gardena. Ora, durante la mia carica, sono contento di poter lavorare a dei possibili Campionati del mondo in Val Gardena - è un privilegio", ha affermato Senoner.

Grande sostegno da turismo e mondo economico
Anche il turismo gardenese vuole aderire attivamente al processo e sostenere la candidatura. "Siamo molto felici di avere un partner così forte qui in valle, che vive, sostiene e organizza questo progetto e che si occupa di tutto questo con grande motivazione. Saremmo molto contenti di poter ospitare dei Mondiali in valle e di poter diffondere nel mondo il nome 'Val Gardena'", ha sottolineato Ambros Hofer, presidente di Dolomites Val Gardena Marketing.

Nel corso dell'evento sono stati presentati anche i partner economici della candidatura. Sono la Provincia Autonoma di Bolzano, i Comuni della Val Gardena, Dolomites Val Gardena Marketing e il Consorzio Impianti a fune Val Gardena/Alpe di Siusi, le aziende Prinoth, Forst, Net Insurance, Cassa di Risparmio di Bolzano, il Marchio ombrello Alto Adige, Brennercom e Telepass.