Saslong Classic Club / Gardena - Gröden
Str. Dursan, 37    |    I - 39047 St. Cristina
Tel. +39 0471 793450    |    Fax +39 0471 793496
e-mail: info@saslong.org
pec: saslong@pec.it
Part. IVA: IT01657370217

Audi FIS Ski World Cup Val Gardena / Gröden
Cerca
News

Südtirol Ski Trophy: premiazione online per Rasmus Windingstad, vincitore dell’edizione 2019

12.08.2020

Con il Coronavirus molte cose sono cambiate – come, ad esempio, l’assegnazione di un premio, anche al vincitore del Südtirol Ski Trophy. Rasmus Windingstad, che lo scorso anno ha vinto la quarta edizione del trofeo, quest’anno ha ricevuto il suo premio in occasione di un “Aperitivo Alto Adige” virtuale organizzato da IDM Alto Adige. Sono stati degustati prodotti altoatesini e lo chef stellato Nicola Laera del ristorante La Stüa de Michil di Corvara ha presentato un suo piatto.

 

Un busto ligneo a grandezza naturale, un soggiorno in Alto Adige e 20.000 euro: questo il premio che è stato assegnato a Rasmus Windingstad, in quanto vincitore del Südtirol Ski Trophy 2019. Ogni anno viene premiato lo sciatore che ottiene più punti nelle quattro gare della Coppa del mondo in Alto Adige. Lo scorso dicembre il norvegese si è assicurato la vittoria con un totale di 137 punti. Il trofeo è sempre stato in mani norvegesi, visto che Windingstad con la sua vittoria ha seguito i connazionali Aleksander Aamodt Kilde (2017 e 2018) e Kjetil Jansrud (2016).

L’estate successiva ad ogni gara, i vincitori del trofeo vengono invitati in Alto Adige, per ritirare i premi e trascorrere alcuni giorni nel nostro territorio. Quest’anno però è stato deciso di organizzare una cerimonia di premiazione virtuale. Tra i presenti all’evento digitale c'era anche Rainer Senoner, presidente del Saslong Classic Club.

Lo chef stellato Nicola Laera ha presentato un suo piatto che Rasmus Windingstad potrà degustare non appena verrà in vacanza in Alto Adige: spaghettoni aglio, olio e peperoncino con mazzancolle su pane venostano. Il busto di Windingstad sarà esposto nella “Hall of Fame” della baita Saslonch sulla Ciampinoi, accanto alle sculture degli altri due vincitori norvegesi.